INSTAGRAM, LA RIVOLUZIONE SOCIAL

Tutto è partito con un: ’Scattiamoci un selfie’ e nel frattempo Instagram ha buttato le basi per essere il più grande social del momento. In realtà è già dal 2010 che la mania degli autoscatti (di cui io sono affetta) ha iniziato a spopolare anche in Italia. E così pian piano, come un virus, oggi le foto hanno rivoluzionato l’intero modo di pensare ai social.

Facciamo un passo indietro, quando lo zio Mark ha presentato al mondo intero Facebook: la rivoluzione. Tutti dovevano avere un account, tutti dovevamo essere presenti sulla piazza e pubblichiamo apertamente ciò che pensiamo. Alcune volte anche in maniera impulsiva.

Lentamente Facebook, da social di interazione, si è evoluto. Non pensate che sia soltanto un luogo dove mettere like, condividere notizie e farsi un po’ i fatti degli altri. No, Facebook ad oggi continua a crescere sia come popolarità sia come marketing business.

Qualsiasi società, azienda, pagina personale etc… oggi deve essere presente su Facebook, deve saper gestire il profilo in maniera professionale, utilizzare le giuste app e farsi trovare. Questi sono gli ingredienti per rimanere ‘a galla’ in una società in piena crisi economica. Tutto passa su internet, tutto si muove attraverso i social e se vuoi avere la tua nicchia di clienti, è inutile, ci devi essere.

Facebook si impone come piattaforma del marketing, del commercio, della crescita aziendale, ma come per tutto c’è un risvolto della medaglia.

Negli ultimi tempi, come è facile notare, Facebook oltre a concentrarsi sulla questione del marketing è diventato un social cosiddetto ‘negativo’.

Fake news, attualità, politica, religioni e così via … basta aprire il social per capire che le notizie anche quelle vere, passano prima su Facebook che nei giornali spostando l’asse su un livello abbastanza impegnativo. Questo lo rende un luogo ‘

Ecco che Instagram si impone. Le foto diventano il mezzo di comunicazione primario, associate da qualche scritto, un po’ di copy, qualche hasthag rilevante ed il gioco è fatto.

Viaggi, cucina, moda, facce sorridenti, vite da sogno … Instagram per eccellenza è il social ‘positivo’. Infatti se vuoi fare la ‘scalata’ una delle peculiarità è essere positivo, simpatico, accattivante … poi se dietro c’è anche un bel visino e qualche frase d’effetto il risultato è assicurato.

Affronteremo, passo dopo passo, come affermarsi su Facebook ed Instagram, il modo di interagire, come poter fare impresa e crescere, nel modo giusto ovviamente.

Lo vedremo nel prossimo post dove vi spiegherò come usare Facebook, creare una buona pagina, collegarla ad interessi rilevanti. Poi passeremo alle nuovissime applicazioni messe a disposizione da Zuckerberg.

Per il momento vi lascio la prima grande differenza tra i due social: Facebook è considerato quello ‘negativo’, Instagram quello ‘positivo’, ma ricorda che se vuoi avere le giuste interazioni, risultati efficaci con le ads devi assolutamente utilizzare Facebook nel giusto modo. Il primo passo è stato fatto, nel prossimo post vi metterò a nudo la ‘faccia-libro’ più famosa del mondo.