Google ed il posizionamento, vi svelo i segreti

Quante volte avete creato dei contenuti eccellenti eppure Google non vi ha premiato? Posso immaginare perché è successo anche a me. Scrivevo, elaboravo, ci riflettevo a lungo. Poi alla fine facevo le stesse visite di un post idiota.

Eppure per aver successo nel mondo dell’online devi avere un blog, un sito internet, qualcosa che confermi la tua professionalità. Anche se ce ne sono infiniti, per fare la differenza devi per forza avere un supporto.

E voglio precisare, essere online, non significa avere una pagina su Facebook o un profilo Instragram, ma gestire e creare contenuti, ovviamente con un giusto Copy, la professionalità di chi questo lavoro lo ha studiato, perfezionato.

Ora avete il vostro bel sito o blog ed i vostri contenuti, eppure non riuscite ad arrivare nella prima pagina di Google. Essere nella seconda significa, praticamente non esistere, Quanti di voi sono mai andati dopo i primi 10 risultati del motore di ricerca?

Quasi nessuno.

Inizieremo oggi un percorso fatto di 5 punti che vi porteranno ad utilizzare il Copy, quello giusto, per essere notato da Google ed entrare nella prima pagina. E non è poco.

Punto 1: Al primo posto viene l’utente.

Lo so che volete essere trovati da Google, ma non scrivete per il motore di ricerca, ma per l’utente che si trova a navigare e vede il vostro sito. Cerca di capire cosa interessa? Quali problemi potrei risolvere? Quanti anni ha il mio potenziale lettore?

Se puoi rispondere a tutte queste domande allora puoi creare un prodotto cucito addosso al tuo lettore, puoi andare a colpire nel segno con pochi passi e Google ti premierà di certo.

E se non posso rispondere a tutte le domande?

Devi imparare a capire chi si ferma sul tuo blog, cosa legge, cosa sta cercando, con che timbro scrivi (ti servirà per capire l’età approssimativa). Dai un’occhiata a Google Trends per capire quali sono le parole più selezionate dagli utenti sul motore di ricerca e provate a inserirle nelle prime tre righe del vostro post, il giorno dopo invece, create un post proprio inerente a quelle parole.

Le ricerche e selezioni aumenteranno, gli utenti anche e Google vi farà salire piano piano, ma infondo cosa sono 10 posti?

Il mio prossimo consiglio ve lo darò domani, per chi vuole può iscriversi alla newsletter per rimanere sempre informati e poter ricevere in anteprima il mio metodo di meditazione completamente gratis.

Vi ricordo che queste chicche le potete utilizzare sia nel blog che nel sito, su Facebook ed Instagram è un altro discorso che tratteremo più in là, ma nessuno vi vieta di utilizzarle per Youtube, il secondo motore di ricerca più usato in Italia.