Lasciate andare

Uno dei benefici della meditazione è sicuramente la possibilità di riflettere. Vi ho mostrato due momenti importanti della mia vita nei post precedenti, se li avete persi potete semplicemente scorrere giù nella pagina.

Oggi sotto per concludere i racconti sui benefici personali vi parlo di come la meditazione mi abbia aiutato ad allontanarmi da tutte le persone che nella mia vita portavano solo caos.

Può sembrare un processo banale se non semplice, ma vi assicuro che non è nulla di tutto questo.

Avere mille ‘amici’ che mi portavano ad essere diversa, forse nemmeno vicino a ciò che ero realmente mi ha portato a mentire a me stessa per alcuni anni. Ero quella che doveva dire SI, che doveva uguagliarsi agli altri per entrare nella cerchia di quelli ‘giusti’. Così cambiai colore di capelli passando ad uno splendido arancione carota (non avevo considerato che il rosso sul biondo non va proprio bene sempre), iniziai ad indossare le tanto amate gonne (amate dalle altre), salii sui tacchi perché pare che le donne debbano usare tacchi vertiginosi, abbandonai la voglia di viaggiare con un semplice zaino in spalla, rinunciai ai sabato sera di lettura, avventure e libertà per dare spazio a lunghe e noiose sere attorno ad un tavolo… abbandonai il sorriso. Ma la società, i ‘giusti’ dicevano che andava fatto così. Finché non iniziai a meditare.

Alcuni anni fa durante una meditazione nei miei ricordi apparve la mia figura, ero al Matese (una montagna vicino casa mia), avevo una zaino ed un’amica, un pranzo a sacco e tutta la voglia di godermi il paesaggio. Quella immagine mi fece ricordare che io lì, senza fronzoli, ero felice.

Ero a Roma quando ripensai alla mia semplice vita. E così dopo alcuni giorni indossai i miei amati jeans strappati, la mia giacca di pelle e le scarpe da ginnastica e ripartii senza nemmeno la mia valigia, lasciando lì tutto ciò che non ero io.

Ho lasciato persone, ho archiviato quelli che non consideravo più amici, ho selezionato con cura chi avere nella mia vita.

Spesso, per carattere, lascio entrare nella mia vita nuove persone, ma non permetto a nessuno di farmi cambiare.

Quindi imparate a lasciar andare chi non vi porta gioia, chi vi punta il dito o vi riempie di giudizi o negatività. Ricordate che viviamo un tempo limitato, un tempo che non sappiamo quando scadrà ed è proprio per questo che abbiamo in diritto di viverlo nel miglior modo possibile. Nessuno ha il diritto di cambiarvi, di togliervi il sorriso o mettervi in ombra perché voi siete il bene più prezioso che avete, davanti agli altri, davanti a voi stessi.