La nascita di un sogno

Lo avevo annunciato ed eccoci qui… fra due giorni il mio romanzo sarà in tutte le librerie d’Italia

Emozionata? beh si, come poterlo negare, ma dietro alla realizzazione di un romanzo c’è davvero molto molto di più

Ed oggi voglio raccontarvelo

Ho scritto il libro nella mia testa alla fine di settembre, quando Elly, Shane, Stefano e tutti i personaggi prendevano vita. Così ho deciso di iniziare a scrivere, di mettere su carta tutto partendo dall’Inizio.

Era il primo ottobre quando lentamente ho iniziato a scrivere le prime frasi, lentamente tutto prendeva forma, lentamente tutto era più chiaro. Preferivo scrivere o la sera, quando tutti erano a dormire o la mattina presto. Trovo in queste ore la calma e la quiete adatte per mettere su carta tutto.

Così mi preparavo la mia solita tisana e mi mettevo davanti al pc dove Eleonora, Shane, Stefano e tutti i protagonisti del libro prendevano vita.

In un mese Parlami di Te ha preso vita. Emozionata per la mia creazione la mandai ad alcuni amici, i più stretti, per avere un parere. E che ve lo dico a fa, l’ansia della risposta mi logorava. Ma pare che le vicende dell’adolescente umbra hanno conquistato tutti.

Ho mandato il romanzo a una decine di case editrice… alcune mi hanno detto che avrebbero potuto leggerlo non prima di ottobre 2021, altre mi hanno chiesto ‘soldini’ per renderlo libri, altri ancora non hanno proprio aperto l’email.

A novembre iniziarono ad arrivare le prime proposte di pubblicazione… non credevo ai miei occhi, avevano letto il mio romanzo ed era piaciuto. Ma in Golem ho trovato la mia casa. Una scelta di cuore, pelle e stomaco, una scelta che mi ha portato, poi, alla firma del contratto alla metà di gennaio.

Ero una scrittrice. Quello che avevo sognato all’età di 7 anni, quello che mi avevano sempre detto di fare, quello che sentivo… si era avverato.

E così mentre aspettavo che tutto prendeva vita ho iniziato a credere nelle mie potenzialità. Ero una mamma, ma restavo una donna. Ho iniziato a prendermi cura di me, ho cambiato modo di alimentarmi, ho perso kg, ho iniziato a scaricare lo stress con lo Yoga e la palestra, ho ripreso ad ascoltare musica, mi sono guardata allo specchio come non facevo più da anni, riscoprendo che alla base di ogni nostra azione ci siamo sempre e comunque noi, la nostra volontà, la nostra capacità di voler fare le cose.

A giugno ero ciò che volevo essere, ho iniziato a gestire pagine come social media, ho iniziato collaborazioni che non credevo possibili, ho scoperto amici che hanno riscaldato il mio cuore. Ed è arrivata la cover del libro.

Ma quando aspetti, un minuto sembra un anno.

Così vedevo questa data lontanissima. Ed invece eccoci qui. Oggi il mio primo romanzo sarà in tutte le librerie d’Italia portando un pezzo di me in questa grande e bello Stivale.

In questo libro vi racconto una storia, c’è qualcosa che mi rispecchia, altre cose meno, ma i personaggi sono tutti reali. Stefano, il bello e tenebroso ragazzo dagli occhi verdi lo presento oggi stesso nella mia cittadina; Termoli.

E gli altri personaggi?

Beh ‘Parlami di Te’ è una trilogia. Ebbene sì… all’interno c’è una crescita personale fatta dalla protagonista che spero arrivi anche a voi affrontando il primo gradino della crescita: consapevolezza ed ascolto. Nel secondo libro… beh non posso svelarlo, ma vi annuncio che vi presenterò Letizia, Barbara e Laura. Nel terzo ed ultimo libro, invece, andrò a prendere personalmente Elly e vi mostrerò che ha dato vita a tutto.

La prefazione di Parlami di Te è stata curata da Nicola Palmieri, youtuber, scrittore, imprenditore e sopratutto amico. Ci conosciamo da così tanto tempo che ne ho perso il conto e così ho deciso di affidare a lui l’inizio di quello che sarebbe stato il mio primo romanzo. Ma non l’ho fatto solo perché gli voglio bene, no, sarebbe stato stupido, l’ho fatto perché lui è un abile comunicatore, lui ha creatività, lui è davvero molto molto bravo. Ed infatti la prefazione del libro è qualcosa che non vi aspetterete mai.

La dedica è un tasto dolente… Il mio primo romanzo non poteva non essere dedicato a chi mi ha dato la vita, a chi mi ha insegnato che nulla è impossibile se ci credi davvero, che la forza di ognuno di noi risiede nel cuore e nella mente, che l’anima è il tempio di noi stessi, che il sorriso è l’arma più forte. E così mi hanno sempre spronata a leggere, a studiare, a crescere. Sapevo che per ogni volta che avrei tentato il volo loro avrebbero attutito la caduta finché non sarebbe arrivato il giorno in cui, con le ali grandi, avrei potuto alzarmi in cielo… e così oggi, ad ali spiegate, il mio primo volo lo dedico alla mia mamma ed al mio papà che sta combattendo la sua personale battaglia. E poco importa come o chi vincerà, lui ha già vinto l’amore indiscusso della sua famiglia, il rispetto infinito di una figlia che, con i suoi stessi occhi blu, continuerà a parlare di quell’amore che lui le ha insegnato.

Spero vi possa piacere, spero possiate trovare il vostro momento di lettura, di piacevole svago e crescita… io vi aspetto con il mio libro in mano, mentre scrivo ancora ed ancora per ognuno di voi.

Parlami di te