Ricordati di essere felice

Ritorno a scrivere. Che novità… ma come quando lasci qualcosa che ti piace per molto tempo, quando riprendi è come se lo stessi facendo per la prima volta.

Ora, ho tantissime cose di cui parlare, ma adiamo per ordine ed oggi, il giorno dopo il compleanno dei miei figli voglio parlarvi di felicità.

Ultimamente il concetto di felicità sembra davvero qualcosa di impossibile; la vita è cambiata, i nostri ritmi scombussolati, la libertà negata. Si giudica con sempre più facilità, si punta il dito, si critica per gesti buoni e ci si innalza a paladini del sapere con Google alle spalle.

Una società che avrebbe dovuto capire e cambiare è tornata indietro di mille secoli. E vedi persone giustificarsi se contraggono il virus (perché doversi giustificare se il Covid è una malattia), altre invece, che pur sapendo di averlo, ignorano tutto pur di una passeggiatina all’aria aperta ed altri che credono in un complotto mondiale con tanto di terra piatta.

E così viviamo con l’affanno di trovare qualcosa senza nemmeno accorgerci di ciò che realmente abbiamo.

Guardiamo il piatto mezzo vuoto perché è più facile sembrare eterni bisognosi che esserlo davvero, perché fidatevi, chi davvero è in difficoltà ha capito così bene cosa vuol dire soffrire che sorride anche quando nn vorrebbe solo per non destare gli sguardi misericordiosi di gente sterile a determinati argomenti.

Ed ora siamo in procinto di fare un nuovo lockdown, alle porte di un Natale davvero particolare. Il mio in particolare modo, ma ve lo racconterò nel prossimo post.

Comunque andrà ricordatevi di essere felici perché oggi è oggi e di domani non si ha certezza (come diceva qualcuno). Abbracciate anche virtualmente chi amate, dimostrate il vostro affetto, decidete di dare un senso differente alla vostra vita imponendovi di essere felici con voi stessi. Il resto in fondo è un contorno.

Non permettete alle vicissitudini della vita di togliervi il sorriso perché, pensateci bene, a chi importa realmente se avete il muso perenne rimuginando su ciò che non avete invece di guardare con gioia a ciò che avete? A chi avete la fortuna di avere nella vostra vita ed a voi stessi.

E per quanto importanti, questi attori fondamentali della vostra vita, posso incidere in maniera rilevante e non assoluta.

Sapete chi fa davvero la differenza?

Voi, solo voi.

Quindi per quanto difficile sia il momento, per quanto sia dura la vita di questi giorni, abbiate il coraggio di guardare il mondo cn gli occhi del futuro, della gioia.

E ricordati di essere felice.